Taking too long? Close loading screen.

A SPASSO CON LA FABERS TRA LE VIE DI CASARANO E GALLIPOLI

Home/Archeologia, Cultura ed Eventi, Senza categoria, Turismo/A SPASSO CON LA FABERS TRA LE VIE DI CASARANO E GALLIPOLI

A SPASSO CON LA FABERS TRA LE VIE DI CASARANO E GALLIPOLI

a cura di Giovanna Albo

La Fabers apre la bella stagione con un sorprendente itinerario alla scoperta di due paesi salentini, Casarano e Gallipoli.

La visita presso l’antica Chiesa di Santa Maria della Croce in Casarano, ha contrassegnato la mattinata di ieri, dove gli ospiti della Fabers, accompagnati da una guida esperta, Stefano Cortese, dell’Associazione ArcheoCasarano “Origini e Futuro”, hanno potuto ammirare numerosi affreschi, i veri protagonisti di questo edificio di culto. Si parte dagli affreschi di origine bizantina, come quelle raffiguranti la Vergine con il Bambino o Santa Barbara, agli affreschi gotici del XIII secolo raffiguranti scene della vita di Santa Caterina d’Alessandria e di Santa Margherita d’Antiochia, a quelli che padroneggiano la navata centrale ossia le quattro scene della Passione di Cristo e infine, agli affreschi situati sulle navate di sinistra e destra che invece, risalgono ad un’epoca più recente. A sigillare questa carrellata di immagini storiche sono proprio i mosaici che rivestono la cupola, la volta a botte del bema e l’abside. Un tappetto musivo che dà vita a delle straordinarie cromìe, messo in rilievo da cornici che si intrecciano nei due riquadri simmetrici che ospitano temi di natura zoomorfa e fitomorfa.
Dopo aver ammirato le bellezze di uno dei monumenti più antichi della regione, i visitatori, guidati da Francesca Paiano della Fabers Slow Sud T.O., sono stati trasferiti nella storica città di Gallipoli, definita da molti, la perla dello Ionio. Qui, il gruppo ha potuto apprezzare con una piacevole passeggiata, il centro storico con annesse architetture religiose e militari e il suo meraviglioso mare che irradia per ben 20 km il litorale gallipolino. Molti hanno colto l’occasione per degustare prodotti tipici della località come “lu purpu a pignata”,polpo a pezzetti con aglio, cipolle, origano e alloro, dove si uniscono tutti i sapori della campagna e del mare gallipolino o per acquistare lavorazioni artigianali come sandali in cuoio.
Uno tramonto spettacolare segna la fine di questa spensierata domenica, tra cultura e relax, dove non è mancata armonia e divertimento tra i partecipanti.
Per il successo conseguito, l’itinerario si ripeterà il giorno 6 Maggio con partenza da Matera e da Ginosa.

Si ringrazia per l’ospitalità l’Associazione ArcheoCasarano nella persona del Presidente Alessandro De Marco.

Gruppo di visitatori presso la Chiesa di Santa Maria in Casarano

Visita guidata della Chiesa

Visita guidata della Chiesa

Affresco di Santa Maria della Croce in Casarano

Affresco di Santa Maria della Croce in Casarano

Affresco di Santa Maria della Croce in Casarano

Affresco di Santa Maria della Croce in Caserano

Affreschi di Santa Maria della Croce in Casarano

Affresco di Santa Maria della Croce in Casarano

Mosaici di Santa Maria della Croce in Casarno

Mosaici di Santa Maria della Croce in Casarano

visita a Gallipoli

Facciata della Basilica cattedrale di Sant’Agata

Fontana greco-romana, Gallipoli

litoranea di Gallipoli

litoranea di Gallipoli

litoranea di Gallipoli

 

Avada WordPress Theme